OGNI GIOVEDÌ ORE 20,45 SU TELECHIARA E SU CANALE SKY 832 (TVA Vicenza)

Notizie, approfondimenti, servizi video dalle gare, classifiche:
con Teleciclismo sei sempre informato sul mondo del Ciclismo

Articoli

torna indietro
03-09-2013
Foto

Un brindisi speciale a Treviglio per gli ori iridati di Kerschbaumer

 

Bianchi ha festeggiato le due medaglie d'oro vinte da Gerhard Kerschbaumer ai Campionati del mondo XCO di Pietermaritzburg (Sudafrica), con un brindisi speciale nella sede dell'azienda di Treviglio martedì 3 settembre.

“E’ un risultato importantissimo per la nostra azienda – ha detto Bob Ippolito, CEO Bianchi – ed abbiamo voluto condividerlo con il nuovo campione del mondo, con la squadra e con tutta la grande famiglia Bianchi. Questa è un’altra tappa fondamentale per la crescita ed il successo del nostro marchio e del nostro prodotto sui mercati internazionali”. A nome dell’azienda, Ippolito ha donato a Kerschbaumer una borraccia termica contenente uno speciale orologio Bianchi.

A festeggiare i successi dell’atleta del team TX Active-Bianchi e della sua Methanol 29 SL nella staffetta e nella gara individuale U23 di cross country, assieme allo staff e al management di Bianchi, c'erano anche il presidente del team TX Active-Bianchi, Felice Gimondi, il team manager Massimo Ghirotto e l’atleta Leonardo Paez, bronzo lo scorso giugno ai Mondiali Marathon.


“Su Gerhard ho fatto una scommessa che mi sta ripagando e dando grande felicità – ha detto Felice Gimondi, presidente del TX Active-Bianchi –. Questo è un ragazzo di grande prospettive, un atleta serio che parla poco ma fa parlare i fatti”. Particolarmente emozionante, per Gimondi, festeggiare questa maglia iridata a 40 anni esatti da quella su strada da lui conquistata a Barcellona il 2 settembre 1973.

 

Dopo aver brindato con tutti i convenuti, Kerschbaumer ha dichiarato: “Quando ho tagliato il traguardo ed ho capito di essere davvero diventato campione del mondo, mi sono detto: perfetto. E’ stato tutto perfetto: la scelta di correre da quest’anno negli elite, perfetta la squadra, la mia bici Bianchi 29”, le mie gambe e la mia testa”. Adesso è tempo di far festa, anche se “Gerry” non ama le esagerazioni. Ci sono ancora impegni da onorare, sfide da sostenere ed un sogno da inseguire: Rio 2016.


Commenta la news su Facebook e Twitter.

Vitesse
Bianchi Press Office

COMMENTI

SCRIVI IL TUO COMMENTO

Non sono ancora presenti commenti.