OGNI GIOVEDÌ ORE 20,45 SU TELECHIARA E SU CANALE SKY 832 (TVA Vicenza)

Notizie, approfondimenti, servizi video dalle gare, classifiche:
con Teleciclismo sei sempre informato sul mondo del Ciclismo

Articoli

torna indietro
21-10-2012
Foto

Europei pista: Bertazzo, Moser e Scartezzini inseguitori da podio

L’Italia torna ad essere protagonista nei velodromi. Ai campionati europei su pista di Panevezys, in Lituania, Viviani ha vinto il titolo nella corsa a punti, mentre il quartetto azzurro si è aggiudicato il bronzo nell’inseguimento dietro a Russia e Germania. Risultati che anche la Trevigiani Dynamon Bottoli può inserire nell’altisonante consuntivo del suo 2012.

Nella formazione azzurra che ha fatto segnare il tempo di 4’06”380 nei quattro chilometri, oltre al “capitano” Viviani e a Simion, c’erano Ignazio Moser e Liam Bertazzo. Se nella “finalina” metà del trenino dell’Italia era composto da atleti della Trevigiani Dynamon Bottoli, nelle qualificazioni la percentuale era del 75%, dato che Scartezzini aveva corso al posto di Simion.

“Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato il c.t. Marco Villa all’ufficio stampa della Federciclismo -, non poteva esserci partenza migliore. Questa è una medaglia di bronzo che vale davvero tanto, in una disciplina come l’inseguimento alla quale l’Italia ha sempre tenuto moltissimo”. “Tutti i ragazzi sono stati bravissimi – ha aggiunto Villa -, dimostrando grinta, affiatamento e carattere; nella finale ho voluto sostituire Scartezzini con Simion proprio per permettere a tutti di sentirsi partecipi e vincitori di questa medaglia. Comunque va bene così, è un risultato che ci dà morale e fiducia, dal quale ricominciare a lavorare con impegno e determinazione in ottica mondiale.”

Liam Bertazzo si è ritagliato un’ulteriore fetta di merito nella corsa a punti, nella quale, come ha riconosciuto lo stesso c.t. Marco Villa, ha fornito un contributo decisivo per l’affermazione di Viviani.

Bertazzo, Moser e Scartezzini sono corridori che hanno sempre alternato l’attività su strada a quella su pista, e tutti hanno nel guardaroba una sfilza di maglie azzurre, con un ampio corredo di medaglie.

“Questo è il risultato del buon lavoro svolto in vista dei campionati italiani con il nostro preparatore Sandro Callari – commenta il team manager della Trevigiani Dynamon Bottoli, Mirko Rossato -. I nostri ragazzi sono stati u po’ sfortunati in coppa del mondo a Cali, ma si sono rifatti al campionato europeo. La nostra società non ha mai snobbato la pista, benché la nostra attività prevalente sia su strada. Credo che le indicazioni avute in Lituania possano essere molto utili per la nostra nazionale in prospettiva futura. Sicuramente la nostra società continuerà a dare il proprio contributo alla causa dell’Italia anche su pista”.

Nella foto, da sinistra: Bertazzo, Simion, Scartezzini, Moser, Vivian 


Ufficio Stampa: Eros Maccioni.
 

COMMENTI

SCRIVI IL TUO COMMENTO

Non sono ancora presenti commenti.