OGNI GIOVEDÌ ORE 20,45 SU TELECHIARA E SU CANALE SKY 832 (TVA Vicenza)

Notizie, approfondimenti, servizi video dalle gare, classifiche:
con Teleciclismo sei sempre informato sul mondo del Ciclismo

Articoli

torna indietro
29-01-2012
Foto

MONDIALI CICLOCROSS: UNDER 23, ELIA SILVESTRI SOTTOTONO; CRESCE BRYAN FALASCHI

28 gennaio 2012 – Nel pomeriggio di oggi a Koksijde dopo la gara degli junior è andata in scena anche quella degli under23. L’olandese Van Der Haar dopo avere dominato la stagione di coppa del mondo ha fatto sua anche la maglia di campione del mondo del 2012. Il forte corridore olandese, al termine di una gara emozionante e combattuta, ha preceduto sulla linea del traguardo il belga Wietse Bosmans e il connazionale Michiel Van Der Haijden.

Prestazione sottotono per il campione italiano Elia Silvestri, 19° sul traguardo con 2’49” di ritardo dal vincitore. “Purtroppo Elia non è mai stato davvero in gara oggi” dice il C.T. azzurro Fausto Scotti. “Pur essendo entrato tra i primi venti della classifica la sua è stata una prestazione al di sotto delle aspettative. Dopo la bella vittoria ai tricolori e le buone cose fatte vedere in coppa quest’anno mi aspettavo qualcosa in più da lui.”

E’ stata invece soddisfacente la prova di Bryan Falaschi, 21° al traguardo con un ritardo di 2’18”. “Prima di partire avrei firmato per un piazzamento a ridosso dei primi venti, anche perché partivo molto indietro sullo schieramento” spiega soddisfatto Falaschi. “Dopo i primi giri ho sentito che le gambe giravano bene e così ho cercato di tenere e dare il massimo. Correre su questo circuito con un pubblico così numeroso è qualcosa di straordinario. Per me questo è il terzo mondiale, il secondo da under23. Certamente questa non è una vittoria ma sono comunque contento di questo piazzamento, anche perché non sono al 100% della condizione fisica a causa di un fastidioso problema al soprassella che non mi permette di pedalare al massimo e che sto cercando di risolvere. Adesso l’obiettivo per la prossima stagione è di migliorare e crescere ancora.”

A completare la classifica degli azzurri troviamo Igor Smarzaro 27° (a 4’07”), Daniele Braidot 34° (a 5’44”) e Luca Braidot (a 1 giro).

Ufficio Stampa FCI

 

COMMENTI

SCRIVI IL TUO COMMENTO

Non sono ancora presenti commenti.