OGNI GIOVEDÌ ORE 20,45 SU TELECHIARA E SU CANALE SKY 832 (TVA Vicenza)

Notizie, approfondimenti, servizi video dalle gare, classifiche:
con Teleciclismo sei sempre informato sul mondo del Ciclismo

News

torna indietro
30-09-2011

ANELLO CICLABILE DEL MONTELLO

IL 30 SETTEMBRE presso la Sala Consiliare della Provincia di Treviso, verrà firmato il “Protocollo d'Intesa” tra le parti: per la Provincia di Treviso il Presidente dott. Leonardo Muraro, per la FCI il Presidente sig. Ivano Corbanese,
per i Comuni di Crocetta del Montello, Giavera del Montello, Montebelluna, Nervesa della Battaglia e di Volpago del Montello, i rispettivi Sindaci.
Alla firma sarà presente anche il Consigliere Federale Gianpietro Forcolin e l'architetto Renato Beraldo rappresentante della Commissione Nazionale Impianti della FCI.
L'obiettivo del progetto è lo sviluppo e la gestione dell'”Anello Ciclabile del Montello” per fini sportivi, turistici e della promozione del territorio mediante l'uso della bicicletta.

Il progetto “Anello Ciclabile del Montello” rappresenta una vera e propria novità nel mondo dello sport.

Nel corso degli ultimi anni l'area del Montello è stata interessata da manifestazioni ciclistiche ed eventi a carattere nazionale, europeo ed internazionale, come il Campionato del Mondo su strada, il Giro d'Italia , il Campionato Italiano,
Europeo e Mondiale di Mtb e molteplici altre manifestazioni agonistiche, organizzate anche dalle società attive sul territorio provinciale.

Ecco,quindi, la decisione di creare un “Anello Ciclistico” permanente con alcune bretelle ad esso collegate e di stringere accordi con le Amministrazioni Comunali tramite un “Protocollo d'Intesa”.

Il protocollo che verrà firmato in data 30 Settembre prevede che le parti condividano l'opportunità di programmare gli eventi tramite un calendario comune che eviti sovrapposizioni e disagi; esso prevede inoltre che i percorsi vengano utilizzati dai ciclisti nel pieno rispetto del Codice della Strada.

Il protocollo d'intesa prevede la semplificazione delle procedure per la richiesta delle autorizzazioni allo svolgimento delle manifestazioni con comprensibili vantaggi in termini di tempo e di costi.

Infatti la Federazione Ciclistica ha messo a punto anche un codice etico che i ciclisti dovranno rispettare.Tutte queste regole verranno diffuse anche tramite cartellonistica posta lungo i percorsi.

Il protocollo riguarda la realizzazione di un progetto comprendente due fasi.

Nella prima fase il Comitato Provinciale di Treviso in collaborazione con le Strutture centrali della FCI si impegna a realizzare un sistema informatico grazie al quale mediante Posta Elettronica Certificata (PEC) si potranno ottenere le
autorizzazioni per lo svolgimento delle competizioni.

La seconda fase comprende 3 sezioni; la prima permetterà alle organizzazioni di scegliere il percorso di gara in collaborazione con le Amministrazioni coinvolte, la Prefettura, la Questura le Forze dell'Ordine
le Strutture Sanitarie al fine di garantire la massima sicurezza predisponendo un vero e proprio "Piano di Gara"; la seconda è relativa alla gestione delle richieste di autorizzazioni per la chiusura al traffico delle strade; contiene inoltre
indicazioni riguardo a “percorsi alternativi” per gli utenti non interessati alla manifestazione. La terza sezione infine prevede la stesura completa del Piano Integrato dei Percorsi Ciclabili destinatiagli atleti per allenamenti e gare nonchè ai turisti.
Il Piano contiene tutte le indicazioni relative ai principali punti di interesse di natura storica, artistica, ambientale e di carattere ricettivo in accordo con il "Piano Turistico Provinciale".

Tutte le informazioni relative al suddetto Piano, interessanti il turista, gli atleti, le societa sportive le Amministrazioni Comunali e gli Operatori Turistici saranno facilmente reperibili
su web grazie al progetto pilota predisposto dalla FCI d'intesa con la Provincia di Treviso.
In esso sono contenute informazioni inerenti a: tabelle di marcia, la gestione delle chiusure al traffico delle strade, la gestione delle autorizzazioni , le informazioni di carattere tecnico sportivo per gli atleti e le società sportive, la predisposizione del Piano della Sicurezza all'interno del campo di gara, la predisposizione del Piano della Sicurezza all'esterno del campo di gara redatto dalla Società sportiva in collaborazione con le Forze dell'Ordine.

Tutti i tracciati e le informazioni relative ad essi verranno riportate su cartografia georeferenziata e saranno consultabili in rete anche mediante l'utilizzo degli smartphone.

In defionitiva il sistema informatico permetterà di redigere automaticamente le richieste di chiusura strade, l'invio delle richieste agli organi preposti tramite PEC, e lo sviluppo del "Piano dei Percorsi"

Il progetto “Anello Ciclistico del Montello” quindi, oltre a rappresentare una novità assoluta quanto a contenuti ed a metologie di rappresentazione e diffusione nel panorama sportivo italiano, costituisce un'efficace soluzione alle
attuali laboriose procedure per lo svolgimento di gare e manifestazioni.

Tutto ciò aumenterà anche l'interesse prettamente turistico delle zone limitrofe ai tracciati di Gara.

--
Viola Nardi

Ufficio Stampa Comitato Provinciale Fci Treviso