OGNI GIOVEDÌ ORE 20,45 SU TELECHIARA E SU CANALE SKY 832 (TVA Vicenza)

Notizie, approfondimenti, servizi video dalle gare, classifiche:
con Teleciclismo sei sempre informato sul mondo del Ciclismo

Articoli

torna indietro
10-01-2019
Foto

Cicli Olympia dà il benvenuto a Filippo Fontana Nel 2019 difenderà i colori del Centro Sportivo Carabinieri – Cicli Olympia

 Uno degli atleti più interessanti del fuori strada italiano, Filippo Fontana, entra a far parte della grande famiglia Olympia. Il talentuoso biker trevigiano, al debutto quest’anno nella categoria Under 23, va ad affiancarsi ai gemelli Luca e Daniele Braidot e a Nicholas Pettinà in seno al C.S. Carabinieri. Mirko Tabacchi lascia invece le insegne del eam dell'Arma. Nel 2018, al secondo anno fra gli juniores, Filippo Fontana è stato un riferimento costante per Nazionale XCO italiana. Campione europeo team relay e sesto nell’individuale, ha vinto l’internazionale di Vrtojba (Slovenia) e la prova di Coppa del Mondo di Nalles (Bolzano), è giunto secondo in quella di Obertraun (Austria) e terzo in quella di Pila (Aosta). Fontana ha conquistato inoltre il bronzo al campionato italiano e alle internazionali di Verona, di San Marino e di Lamosano. “Conosco molto bene Luca e Daniele Braidot, sono atleti per cui ho una grande ammirazione e sono entusiasta di poter correre con loro – afferma Filippo Fontana, che frequenta il quinto anno del liceo artistico di Vittorio Veneto -. Nella prima parte della stagione so che dovrò limitare i danni, poi spero di far vedere qualcosa di buono. Disputerò le prove europee di Coppa del Mondo, gli Internazionali d’Italia e poi vedremo dove mi porteranno eventuali convocazioni in nazionale. Una corsa in cui mi piacerebbe spuntare un bel risultato è il campionato italiano. La gara del debutto con la maglia dei carabinieri sarà la prova di Verona degli Internazionali d’Italia”. Nella stagione 2019 Filippo Fontana avrà a disposizione F1 e F1-X, la front e la full suspended che hanno accompagnato i fratelli Braidot in tante “battaglie” sui campi di gara più prestigiosi, calcati rigorosamente in maglia azzurra. “Non vedo l’ora di cimentarmi in gara sulle Olympia – dichiara Filippo -. Finora ho corso prevalentemente sulle hardtail e sono felice di poter disporre anche di una biammortizzata del calibro di F1-X nei percorsi che lo richiederanno”.

Eros Maccioni

COMMENTI

SCRIVI IL TUO COMMENTO

Non sono ancora presenti commenti.