OGNI GIOVEDÌ ORE 20,45 SU TELECHIARA E SU CANALE SKY 832 (TVA Vicenza)

Notizie, approfondimenti, servizi video dalle gare, classifiche:
con Teleciclismo sei sempre informato sul mondo del Ciclismo

Articoli

torna indietro
17-08-2018

Under 23: a Capodarco è il giorno del colombiano Rubio Reyes

 Il corridore della Vejus-Tmf conquista il 47° Gran Premio Capodarco davanti a Davide Casarotto della General Store Bottoli e a Dario Puccioni della Sangemini - M.G. K Vis. L'arrivo solitario di Rubio Reyes (ph Andrea Passeri) 16 agosto 2018, Fermo – E’ il colombiano Einer Augusto Rubio Reyes il vincitore del 47° Gran Premio Capodarco - Comunità di Capodarco - Memorial Fabio Casartelli - Corsa per la solidarietà, gara internazionale per under 23 di 180 chilometri organizzata a Capodarco di Fermo dal Gc Capodarco, coordinato da Gaetano e Simone Gazzoli e da Adriano Spinozzi. Il ventenne della Vejus-Tmf sferra il suo attacco a circa due chilometri dall’epilogo, salutando il resto del gruppo. Rubio Reyes scala il muro di Capodarco e giunge da solo al traguardo. Alle sue spalle secondo arriva Davide Casarotto della General Store Bottoli, mentre terzo è Dario Puccioni della Sangemini - M.G. K Vis. Dopo la commemorazione al Monumento di Fabio Casartelli e il minuto di raccoglimento per le vittime della tragedia di Genova e per Oliviero Muccini, viene dato il via ufficioso e i 167 partenti pedalano sino al chilometro zero. Poco dopo la partenza ufficiale si sgancia un drappello, che va rinfoltendosi. Così attorno al chilometro 6 al comando ci sono Quentin Guex dell’Iam Excelsior, Joel Suter dell’Akros-Renfer, Andrea Micheletti della Viris Vigevano Lomellina, Luca Longagnani della Biotraining, Samuele Zoccarato della General Store Bottoli, Tiziano Lanzano del Team Cervelo e Donatello Viola del Gm Europa Ovini. Nel corso delle diverse ripetizioni dell’ascesa che porta al Monumento di Casartelli il drappello dei fuggitivi va assottigliandosi e così attorno al chilometro 122 in testa rimane soltanto Zoccarato. Al chilometro 139 su di lui piombano Riccardo Verza del Team Colpack, Anton Kuzmin del Team Astana City e il nazionale russo Valerii Fatkullin. Poco dopo Zoccarato e Verza si staccano. Kuzmin e Fatkullin portano avanti la loro azione, mentre dietro la situazione cambia. A circa due chilometri dall’arrivo il plotone riprende i battistrada e subito dopo Einer Augusto Rubio Reyes della Vejus-Tmf attacca e si invola verso la vittoria. Ordine d'arrivo: 1) Einer Augusto Rubio Reyes (Vejus-Tmf) che copre 180 chilometri in 04.22.00 alla media di 41,221 chilometri orari, 2) Davide Casarotto (General Store Bottoli) a 8’’, 3) Dario Puccioni (Sangemini - M.G. K Vis) a 21’’, 4) Jakob Dorigoni (General Store Bottoli) a 21’’, 5) Alessandro Fedeli (Trevigiani Phonix Hemus 1896) a 24’’, 6) Alberto Giuriato (CTFriuli) a 26’’, 7) Axel Narbonne-Zuccarelli (Velo Club La Pomme Marseille) a 27’’, 8) Francesco Romano (Team Colpack) a 28’’, 9) Lorenzo Fortunato (Petroli Firenze Hopplà Maserati) a 28’’, 10) Omar El Gouzi (Gsc Viris Vigevano Lomellina) a 28’’.

COMMENTI

SCRIVI IL TUO COMMENTO

Non sono ancora presenti commenti.