OGNI GIOVEDÌ ORE 20,45 SU TELECHIARA E SU CANALE SKY 832 (TVA Vicenza)

Notizie, approfondimenti, servizi video dalle gare, classifiche:
con Teleciclismo sei sempre informato sul mondo del Ciclismo

Articoli

torna indietro
09/07/2018
Foto

Splendido e combattuto 33° Giro del Medio Brenta

 Prestigiosa vittoria della Nazionale Russa con Alexander Evtushenko La classica estiva padovano-vicentina internazionale classe 1.2 elite-under 23-open 2^ prova Trofeo Internazionale Grand Prix Città Murata Raduno alla Ballan spa di Abbazia Pisani - Partenza da Villa del Conte Velocissimo tragitto nella alta padovana, Cittadella (Mura), Bassano (Ponte Nuovo) Spettacolare circuito-finale Altopiano di Asiago e traguardo a Gallio Si è svolto domenica 8 luglio 2018 il 33° Giro del Medio Brenta Internazionale classe 1.2 Elite-Under 23-Open (aperto ai team Continental e Professional della nazione organizzatrice), promosso dal Veloce Club Villa del Conte presieduto dall'ing. Michele Michielon. La corsa, fondata da Mario Lago (attuale assessore alle manifestazioni di Villa del Conte) ed Emilio Ballan, ha mantenuto le consuete premesse con una entusiasmante condotta di gara. Gremito il raduno mattuttino alla Ballan di Abbazia Pisani con ingresso libero; trasferimento e starter alle 12.45 dalla centrale Piazza Vittoria di Villa del Conte, due giri iniziali di 25 km (Santa Giustina in Colle, San Giorgio delle Pertiche, Arsego) e un giro classico di 15 km (Marsango-Pieve di Curtarolo-Campo San Martino-Paviola-San Giorgio in Bosco); poi la sp-ss 47 Valsugana fino a Cittadella (splendido "tour" della medievale Cinta Murata) e Bassano del Grappa (Ponte Nuovo-Fiume Brenta); quindi la "fase-clou" scalando l’Altopiano di Asiago lungo Marostica, Crosara, bivio quattro strade, Fontanelle; Conco; Bocchetta Galgi; svolta-bivio Sasso; Stoccareddo; Campanella; il transito sotto il traguardo a Gallio e percorrendo un altro giro di 25 km (Rotonda Turcio; Sasso; Stoccareddo; Campanella; bivio-Sambugari; Gallio) con il GPM-Gran Premio della Montagna alla Chiesa di Stoccareddo e totali 178 km. Le fasi di gara: grande show da parte dei 26 top-team italiani ed esteri con una media in pianura con trenate di oltre 50 km e una serie di fughe e controfughe. Il gruppo così si spacca già nel circuito d'avvio nei vari traguardi-volanti a premio: dieci corridori davanti, venticinque con ritardo di 1' e il plotone ad inseguire. Inizia il tratto in linea lungo la Valsugana SP 47 San Giorgio in Bosco, Cittadella, Bassano del Grappa con la carovana sempre suddivisa in tre tronconi e i dieci davanti mantenendo un vantaggio di 1’ 15”. Inizia l'ascesa di grande impatto tecnico-scenografico dell'Altopiano di Asiago e sia gli inseguitori e sia il grupposi si avvicinano. In salita accade un vibrante rimescolamento e al 1° GPM di Stoccareddo passano Amici, Ravanelli, Abderrahim e al primo passaggio sotto il tragurado di Gallio c'è un plotoncino di testa: Ravanelli, Amici, Conca, Adberrahim, Evtushenko e inizia il giro finale con il corridore russo ad allungare dopo il 2° GPM di Stoccareddo nel duro tratto che porta a Gallio e con 5” vince su Simone Ravanelli e Zahiri Abderrahim in viale IV Novembre folto di pubblico e con il festoso cerimoniale al palco di Piazzaa Municpio. Sono stati 155 su 169 iscritti i partenti, con il vincitore che ha chiuso o 178 km in 4 h 20' 54" alla media complessiva di 41,162. Ottimo lo svolgimento con un perfetto servizio delle forze dell'ordine (carabinieri e polizia locale e associazioni) e volontari dalla partenza all'arrivo in quota e della Scorta Polstrada del Compartimento Veneto e la Motostaffetta Smp e organizzazione generale di tutte le sedi attraversate. "Eccellente giornata di sport e vincitore di spessore-hanno commentato il presidente Michele Michielon e il coordinatore tecnico Flavio Miozzo-con uno splendido parterre di corridori che hanno battagliato dall'inizio alla fine per una lotta agonistica emozionante con lo splendida scalata dell'Altopiano e l'arrivo a Gallio sempre di notevole accoglienza, ringraziando vivamente tutte le squadre e l'intero staff encomiabile e i tanti collaboratori". Il Giro del Medio Brenta era la seconda prova del Trofeo Internazionale Grand Prix Città Murata presieduto dall'avvocato Enzo Conte e diretto da Pierluigi Basso (dopo la Alta Padovana Tour e il Medio Brenta i prossimni due appuntamenti GP Poggiana e Trofeo Bianchin).

COMMENTI

SCRIVI IL TUO COMMENTO

Non sono ancora presenti commenti.